Sin dall'inizio della sua attività, Eleonora ha costruito un "ponte" fra gli appassionati di mare e il mondo della ricerca: dal 1996 il progetto di citizen science Osservatorio Mediterraneo ha raccolto oltre duemila segnalazioni di specie rare o insolite, portando alla scoperta di due nuove specie e dando vita a diversi progetti di ricerca. Eleonora ha organizzato la sessione Citizen Science al congresso scientifico internazionale GeoSub2016.

 

È responsabile di progetti di ricerca su squali e altre specie a rischio del Mediterraneo con l'associazione MedSharks, di cui è presidente: fra essi,

Operazione Squalo Elefante

Progetto Stellaris

Per questi studi, pubblicati su riviste scientifiche internazionali (elenco su ResearchGate​) ha ricevuto il sostegno di progetti europei, della Fondation Prince Albert II de Monaco e di altre fondazioni internazionali come Project Aware, Save Our Seas Foundation e sponsor privati.

 

Attualmente collabora a progetti ambientali (come il progetto LIFE Clean Sea Life) e di ricerca (GeoSwim); inoltre è consulente per la comunicazione di Università e gruppi di ricerca italiani.

Ha collaborato alla identificazione di due nuove specie di molluschi, cui è stato dato il suo nome: Jujubinus eleonorae e Alvania desabatae